Convegno “Voci dai Mondi” VII edizione. Personaggi straordinari: dialoghi e indagini sul paranormale

Convegno “Voci dai Mondi” VII edizione. Personaggi straordinari: dialoghi e indagini sul paranormale

Dettagli Prezzo Qtà
Biglietto in prevendita scontato di € 10mostra dettagli + €40,00 (EUR)  


Online event registration and ticketing powered by Event Espresso

  • 19 Aprile 2020
    10:00 - 20:00

VII edizione convegno

VOCI DAI MONDI

Personaggi straordinari: dialoghi e indagini sul paranormale

Da sempre il paranormale esercita il suo fascino sulle persone che, a volte, sperimentano eventi e situazioni difficili da spiegare con la razionalità. Ma è da altrettanto tempo che il paranormale si manifesta tramite alcune di queste persone, individui speciali, che in alcuni casi, per via delle loro doti fuori dal comune nonché del loro magnetico carisma sono diventati personaggi straordinari che hanno lasciato il segno nella storia: Giordano Bruno, Madame Blavatsky, Krishnamurti, Gustavo Rol, solo per citarne alcuni.  I più fortunati sono stati seguiti, hanno fondato scuole di pensiero, hanno avuto discepoli e le loro testimonianze si leggono su libri che oggi sono vere e proprie opere di culto. Altri sono stati perseguitati e messi, anche letteralmente, alla gogna. Tra loro sono accomunati dall’interesse che tutt’ora attraggono, anche da parte di altrettanti studiosi e personaggi che hanno fatto tesoro di questi insegnamenti, di queste vite incredibili, di questi anelli di connessione con il mondo invisibile. Ecco che i personaggi di oggi verranno accompagnati dai grandi iniziati del passato in una kermesse doppiamente ricca di contenuti spirituali. Premonizioni, strane coincidenze, poteri della mente, capacità di avvertire qualcosa che va oltre i sensi ordinari e gli assunti scientifici fino ad ora conosciuti.

C’è chi crede fermamente in queste possibilità, chi invece esclude in maniera categorica che esistano cose che la scienza non può spiegare e chi si pone nel mezzo. A quali risultati porta il confronto e la ricerca scientifica? Cosa accade quando la medianità diventa oggetto di sperimentazione? Ci sono state personalità che hanno dimostrato di avere poteri straordinari?

I relatori di questa giornata, attraverso le loro competenze e le loro esperienze dirette, cercheranno un rispettoso dialogo e un confronto, con l’obiettivo di fornire spunti di riflessione sui risultati che la ricerca parapsicologica si è proposta di fornire dai suoi albori ad oggi.

SALVATORE BRIZZI – Scrittore italiano specializzatosi nei campi dell’esoterismo, dell’alchimia e della magia. Noto per aver fondato nel 2005 la casa editrice Antipodi Edizioni e per aver abbracciato sin da subito la figura del Monaco Guerriero, per poi contestualizzarla nella società attuale.

L’opera di Alice Bailey per l’evoluzione spirituale dell’umanità

L’intera opera di Alice Bailey – e del maestro Djwal Khul con cui era in contatto – è incentrata sul trasmettere indicazioni per l’evoluzione della coscienza. I suoi volumi spiegano come mettersi al Servizio di quella che è conosciuta come la Gerarchia Spirituale (o Fratellanza Bianca) del pianeta, composta da maestri di vario grado che hanno sempre promosso e organizzato lo sviluppo della coscienza dell’umanità nel corso dei millenni. L’opera di tali maestri è diretta dal Sanat Kumara, l’Antico dei Giorni, il Signore del Mondo, che risiede sulla Terra da tempo immemorabile. L’evoluzione spirituale dell’umanità non è dunque affidata al caso o all’iniziativa dei singoli, ma procede secondo un Piano preordinato, che prevede dapprima il discepolato e poi l’accesso a Iniziazioni ben precise. Nel corso del mio intervento spiegherò quali sono i pilastri di tale insegnamento e in che modo sono applicabili oggi.

 

 

PAOLA GIOVETTI – Laureata in lettere, ha svolto attività di insegnamento coltivando al tempo stesso l’interesse per le tematiche di confine. Da alcuni anni si dedica esclusivamente alla ricerca e alla divulgazione in questo campo. È redattrice di “Luce e Ombra”, la più antica rivista italiana di parapsicologia, e svolge la sua attività giornalistica anche su riviste a larga diffusione.

Helena Petrovna Blavatsky e la Società Teosofica, ieri e oggi

  1. P. Blavatsky (1831-1891) è stata un personaggio affascinante e avventuroso come pochi altri. Di nobile famiglia russa e dotata di poteri psichici eccezionali, giovanissima si spinse da sola in regioni lontane e impervie (India, Tibet e montagne Himalayane) dove venne in contatto con misteriosi “Maestri” dai quali ricevette l’insegnamento iniziatico che in seguito codificò nei principi di base della teosofia: evoluzione e karma, fratellanza universale, reincarnazione. Suo grande merito è aver fatto conoscere all’Occidente la grande tradizione filosofico – religiosa indiana, da tempo caduta nell’oblio anche in India, e di aver promosso il risveglio spirituale in un’epoca improntata al materialismo. Dalla teosofia presero le mosse Rudolf Steiner e Krishnamurti; moltissime personalità di primo piano ne  furono influenzate, primo fra tutti lo psichiatra Robert Assagioli. Madame Blavatsky sviluppò un movimento di pensiero  che ha un indubbio ruolo nella storia del pensiero filosofico, religioso ed esoterico del nostro tempo.

DANIELE PALMIERI – Filosofo, scrittore e poeta. Laurea Triennale in Lettere e Filosofia (Università degli Studi di Milano). Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche (Università Vita e Salute S. Raffaele Milano) Autore, ideatore del blog “Nero d’Inchiostro”.

Cornelio Agrippa: l’uomo, il medico, il mago

Corre l’anno 1529 quando ad Anversa, in Belgio, scoppia una terribile epidemia di peste, così spaventosa da far fuggire tutti i medici della città. Tutti tranne uno: Enrico Cornelio Agrippa von Netthesheim, già noto in tutta Europa per essere stato militare sotto re Ferdinando, medico di Luisa di Savoia, storiografo di Carlo V e, non ultimo, autore de La filosofia occulta, uno dei più grandi compendi di magia mai scritti. Benché fosse circondato dall’infame aurea di “mago nero”, allo scoppio della peste Agrippa, che in quella occasione perse la moglie, fu l’unico a prodigarsi in favore del popolo, mettendo a disposizione le sue arcane conoscenze in favore dei moribondi abbandonati a loro stessi. Agrippa non era solo un mago che durante suoi lunghi viaggi per l’Europa aveva appreso i segreti più nascosti dell’arte magiche, ma soprattutto un uomo e un medico, che tali misteri metteva a servizio dell’umanità, per sanare le malattie tanto dell’anima quanto del corpo, quanto dei nobili quanto degli emarginati. Ripercorrendo le tappe ella vita di Cornelio Agrippa, rifletteremo sull’importanza che le conoscenze magiche hanno avuto nello sviluppo non solo dell’arte medica, ma soprattutto di una diversa concezione del sapere e dell’umanità.

ANDREA PELLEGRINO Giornalista e scrittore. Laurea in Scienze dei Beni Culturali (Università degli Studi di Milano).Perfezionamento in Criminologia clinica e psicopatologia forense (Università degli Studi di Milano, Istituto di medicina legale). Specializzato in storia e letteratura dell’esoterismo occidentale, simbolismo e nuovi movimenti religiosi. Vicedirettore della casa editrice Libraio Editore. 

Quando il leader carismatico diventa negativo: criminologia dell’esoterismo

Il maestro Jiddu Krisnhamurti, filosofo di origini indiane e appartenente al movimento teosofico, fu messo da Annie Besant a capo di un movimento spirituale fondato nel 1911 denominato “Ordine della stella d’Oriente” che contava migliaia di seguaci. Il 3 Agosto del 1929, in Olanda, all’apertura dell’assemblea generale, davanti a 3.000 accoliti Krisnhamurti sciolse l’ordine in quanto si rese conto che i suoi membri avevano completamente perso di vista il senso della vera spiritualità, instaurando rapporti di dipendenza e sudditanza nei confronti del suo capo e perdendo la loro individualità a favore dell’aggregazione settaria. Partiremo proprio da questo discorso per capire quali sono le caratteristiche dei leader carismatici negativi, le coercizioni mentali che attuano, quali sono i campanelli di allarme che distinguono un gruppo innocuo da una psico-setta.  Il tutto supportato da alcuni esempi di casi di cronaca sconvolgenti ma realmente accaduti.

GIUDITTA DEMBECH – è una giornalista dei grandi quotidiani torinesi, scrittrice, teosofa, divulgatrice e ricercatrice spirituale. È diventata la punta di diamante della corrente letteraria New Age italiana. Ha pubblicato ventotto libri di grande successo, tradotti in più lingue. Abile comunicatrice, ha preso parte a centinaia di trasmissioni televisive, convegni internazionali, conferenze, seminari.

La mia esperienza con Gustavo Rol. Aneddoti e testimonianze

Fra qualche anno non ci saranno più testimoni oculari, noi che lo hanno conosciuto personalmente, siamo dinosauri in via d’estinzione. Le nostre vite s’incontrarono nel 1974, quando gli telefonai per un’intervista. Non mi lasciò finire di parlare e mi disse: “come giornalista non ho niente da dirti, anzi, prenditi ben guardia dal pubblicare anche una sola parola, ma…”  Compresi subito che mi aveva accettata e lo interruppi: “non si preoccupi, non la tradirò mai”… e lui: “Oh, lo so!”… In quei pochi secondi aveva percepito qualcosa, ma lui era Rol, non temeva di sbagliare… Da allora, fino al suo ultimo giorno di vita  cominciò una lunga amicizia/insegnamento. Capivo che mi stava preparando a qualcosa. Parlavamo per ore, si raccontava, mi interrogava, mi spiegava e al contempo correggeva alcune mie convinzioni, Esaminava la mia vita,  aveva deciso che poteva fidarsi e mi scelse per raccontare la sua vita, mi chiese di scriverla in un libro e scelse il titolo e anche la foto di copertina… Odiava i registratori, eppure nei nostri incontri si raccontava liberamente, sapendo che quello sarebbe stato il suo testamento spirituale… Sapeva che avrei fatto ascoltare la sua voce e scritto testualmente le sue parole, E’ quello che ho fatto… Rol aveva scoperto quella TREMENDA LEGGE” che gli permetteva di interagire con la materia e modificarla, sapeva che non aveva niente a che fare con la magia, voleva che un giorno altri la conoscessero e ne facessero buon uso… Negli anni successivi, il mio incontro con la Teosofia, con Helena Blavatsky e i Maesteri dell’Himalaya mi aiutò a comprendere molte cose, anche se Lui rifiutava seccamente le dottrine orientali. “Lasciami qui sulle rive del Giordano, non cercare di trascinarmi sul Gange” Deluso dall’approccio con Tullio Regge, mi affidò un incarico ben preciso: “Tu devi collaborare con la scienza”…  L’ho sempre fatto, lo sto facendo anche in questo momento. E un giorno forse, la scienza capirà, ma quel giorno mi sembra ancora lontano…

 

 

MANUELA POMPAS –  è giornalista e scrittrice, considerata una delle maggiori esperte nel campo del paranormale in Italia. Come giornalista, ma anche sul piano personale, partecipando a numerosi workshop, ha approfondito tutti i temi della parapsicologia, dalla sensitività (doti Esp e Pk), alla medianità e la pranoterapia. Conduce inchieste nel campo della medicina olistica, del mondo paranormale e delle discipline New Age.

Paranormale: la scelta tra potere ed evoluzione

Da decenni il paranormale è entrato nelle Università in molte Nazioni del mondo e da poco, un po’ in sordina, anche in Italia, dove sta sorgendo una Università legata a materie finora ignorate negli Atenei. Fin dai primi del ‘ 900 gli studiosi hanno classificato e verificato le doti extrasensoriali (ESP), psicocinetiche (PK) e quelle legate alla sopravvivenza (THETA). Persino la medianità è diventata interesse di alcuni sperimentatori universitari.  Doti che tutti possediamo, legate alla mente o alla Coscienza, e che possiamo sviluppare con l’allenamento. Ovviamente ci sono diverse “tonalità”, legate probabilmente all’evoluzione, per cui c’è chi ha qualche episodio spontaneo di telepatia o di precognizione, e chi ha facoltà straordinarie che utilizza consapevolmente per aiutare gli altri, per guarire, prevenire, entrare a contatto con altre dimensioni. Recentemente alcuni medici in America e in Europa stanno studiando il fenomeno della premorte (NDE), in cui persone in coma anche profondo rimangono consapevoli, rivedono i momenti più importanti della loro vita, hanno esperienze di contatto con persone defunte e con entità: questo campo è di grande interesse, perché il coma lucido prova che esiste una Coscienza (per non dire un’anima) non legata al cervello che sopravvive alla morte del corpo fisico. Queste doti hanno ovviamente richiamato l’attenzione delle Intelligence: durante la guerra fredda USA e URSS hanno usato sensitivi per scoprire i piani e le basi missilistiche segrete dell’avversario e anche per tentare di influenzarlo mentalmente. Personalmente penso che le facoltà dovrebbero essere accompagnate da un percorso di coscienza, in modo che ci aiutino a crescere dal punto di vista evolutivo, altrimenti non ci sarebbe alcuna differenza tra magia e parapsicologia. Tutti i Santi, gli illuminati di ogni religione, hanno avuto il potere di attivare eventi miracolosi, ma anche chi sta dall’altra parte, chi sposa il potere per dominare, può ottenere prodigi. Credo che ciò che distingue l’età dell’oro in arrivo dal passato è proprio la Coscienza superiore, che ci spinge ad attivare i nostri talenti per aiutare il prossimo e creare un mondo migliore.

 

GABRIELE POLICARDOautore, ricercatore e facilitatore in Costellazioni familiari, sistemiche, mediali e spirituali. Diplomato con Bert Hellinger, conduce in tutta Italia e all’estero seminari di Costellazioni Familiari e Sistemiche e seminari di nuove Costellazioni Spirituali.

Due sguardi sull’Aldilà: Cesare Boni e Brian Weiss

Nella vita si ha la fortuna d’incontrare grandi Maestri che cambiano il corso degli eventi e illuminano un’improvvisa strada, che porta verso gioie, scoperte, successi insperati.  A me questa benedizione è accaduta più volte. Vorrei soffermarmi su due di questi grandi Maestri. Cesare Boni e Brian Weiss. E sulle loro due visioni sull’Aldilà e sui viaggi interiori.  Cesare Boni ha introdotto, per molti anni, migliaia di ricercatori alle conoscenze profonde dello yoga e dello Shivaismo del Kashmir, attraverso gl’indimenticabili corsi sulla Morte, sulla Mente e sui Sette Stati di Coscienza. Attraverso la sua guida, ho intrapreso il cammino più importante, quello diretto alle vette più alte della Verità e della Conoscenza. Egli diceva: “nello yoga non c’è nulla di rigido”. Ed è attraverso la sua meditazione dei sette minuti che io, come molti altri cercatori, ho iniziato questo percorso spirituale.  Brain Weiss è stato un mio insegnante diretto al corso sull’ipnosi regressiva presso l’Omega Institute. Attraverso la sua ricerca, innumerevoli persone hanno potuto rivivere esperienze lontane, di altre vita, risolvendo conflitti, sintomi, blocchi o problemi di ogni genere. Brian Weiss ha esplorato i grandi temi della spiritualità – la reincarnazione, il karma, la vita dopo la morte e tutte le esperienze connesse – con occhio scientifico ed empirico, senza mai perdere la grazia e l’amorevolezza. Egli non credeva in Dio, nell’Anima e nella metemspicosi. Finché una sua paziente, con grande sorpresa, durante una seduta d’ipnosi ricordò una vita precedente e si liberò così di un importante malessere. Da lì iniziò la grande conquista della regressione ad altre vite che prosegue ancora oggi, anche grazie ai suoi allievi ed estimatori.

Intanto assicurati il posto approfittando della promozione. Fino al 31 Gennaio sconto di € 10 sul biglietto!

 

 

Powered by AlienPro - © 2017 Anima Eventi Tutti i diritti sono riservati
Galleria Unione, 1 (MI) – P. I. 08121190964 - Tel. 02 72080619 – Cell. 348 9247907 – segreteria@animaeventi.com - PEC: animaeventi@pec.it