Scuola di Filosofia ed Esercizi Spirituali (parte II) con Andrea Colamedici e Maura Gancitano

Scuola di Filosofia ed Esercizi Spirituali (parte II) con Andrea Colamedici e Maura Gancitano

Questo percorso si rivolge a chi almeno una volta nella vita si è domandato: “Perché il mondo esiste?”, “Cos’è questo corpo che ho?”, “sono io che lo abito o è lui che abita me?”, “esiste l’amore?”, “esiste la morte?”. È riservata a chi non dà per scontata la vita, e ha il desiderio di recuperare le conoscenze più antiche per portare il mondo un pò più in là.

La filosofia, infatti, non è sempre stata soltanto una serie ordinata di bei ragionamenti: anticamente, lo scopo del filosofo era “guidare verso lo sviluppo armonioso dell’intera personalità umana, che culmina nell’acquisizione della saggezza quale arte di vivere”, come ha scritto il grande storico della filosofia Pierre Hadot. I discorsi filosofici sono veri e propri esercizi spirituali, nei quali verranno guidati gli allievi della scuola.

giovedì 26 aprile dalle 18:30 alle 21:00 – L’amore

Qual è la caratteristica che invidi maggiormente ai supereroi? Molto probabilmente l’approssimazione all’invulnerabilità. Il fatto che, in maniere diverse, tutti i supereroi abbiano un modo per esprimere più forza degli umani “normali” e, di conseguenza, subiscano con meno difficoltà l’urto del mondo. Il supereroe, in altre parole, non è solo chi è in grado di distruggere, ma anche colui che riesce a non farsi toccare. L’amore, al contrario, è la disposizione al tocco, al rispettoso ferire e lasciarsi ferire, in nome della reciproca scoperta di sé. L’amore è irriducibile a sistema: va coltivato, curato, rigenerato quotidianamente.

giovedì 3 maggio dalle 18:30 alle 21:00 – Il futuro

La condizione esistenziale che definisce meglio chi vive questo tempo è il disagio, e cioè il sentire il mondo come un luogo inadatto alla propria esistenza. Tutto è portatore di disagio: la scuola, il lavoro, l’ambiente familiare, i luoghi di ritrovo, persino lo svago. La sensazione più diffusa è un sentirsi perennemente fuori luogo, senza scopo, senza futuro e senza presente. Se, cioè, quel che manca evidentemente è un progetto di vita, un domani che sia fonte di sogni, progetti e desideri, quel che sembra altrettanto vuoto è il presente. Accade spesso di sentir dire: «Non so chi sarò ma non so neanche chi sono». Che a ben vedere significa: «Non riuscendo a immaginare quel che potrei essere, non riesco a vedere neanche quello che mi contraddistingue oggi».

 <<< ACQUISTA IL LIBRO TU NON SEI DIO Ed. Tlon

 <<< ACQUISTA IL LIBRO LEZIONI DI MERAVIGLIA Ed. Tlon

Powered by AlienPro - © 2017 Anima Eventi Tutti i diritti sono riservati
Galleria Unione, 1 (MI) – P. I. 08121190964 - Tel. 02 72080619 – Cell. 348 9247907 – segreteria@animaeventi.com - PEC: animaeventi@pec.it